A proposito di e-learning ed e-book…

L’evento tenuto in Jesi sabato 18 settembre “E-Learning & E-Book. Oltre l’Ipad.” ha riscosso un notevole successo. Il ClubTi Centro è stato presente come media-partner e ha presentato le attività del club. Molto qualificati i relatori, tra i principali referenti in Italia degli argomenti citati, e la platea, composta da docenti universitari, autori, dirigenti didattici. La partecipazione degli auditori alla tavola rotonda finale è stata talmente sentita che la fine dei lavori è slittata oltre le 14,00.  Molto interessanti gli interventi degli speakers : dalla nascita e l’evoluzione degli e-book reader (a cura del Prof. Roncaglia di www3.unitus.it), alle metodologie e le metodiche per effettuare e-learning (a cura della Prof.ssa Schaerf di www.sie-l.it) e per finire alle evoluzioni tecnologiche e commerciali a supporto dell’e-book reading (a cura dell’Ing. Tombolini di www.simplicissimus.it).  Non è mancata la visione del mercato prossimo futuro dei libri di Pina Brunori, libraia per passione (libreria Labotto-Jesi) e promotrice dell’evento.  Il moderatore, Mauro Sandrini (di www.elearningeinnovazione.org), inoltre, ha contribuito a stimolare la discussione sottoponendo domande ed osservazioni perspicaci.  Ritengo che tutti i presenti abbiano avuto risposte in merito ai temi dell’evento e che la qualità della discussione sia stata all’altezza delle aspettative.

Di seguito alcune riflessioni su parte degli argomenti trattati.  Sono state analizzate le prestazioni e i pro e i contro dei vari dispositivi di e-book reader presenti oggi sul mercato, mettendo in evidenza le diverse modalità d’uso; l’analisi si è soffermata sul confronto tra le soluzioni ad inchiostro elettronico e quelle con schermo illuminato (tipo ipad).  Le soluzioni ad inchiostro elettronico più performanti sono ancora quelle in bianco e nero, anche se sul mercato sono oramai disponibili quelle a colori (più “lente” nel cambio pagine e nel refresh). Vi è inoltre un’ evoluzione in atto di tali dispositivi verso soluzioni con integrato il 3G ed il Wi-Fi per l’accesso e la condivisione di informazioni in rete con funzioni quali ad esempio l’evidenziazione delle parti più sottolineate dai lettori ed i loro commenti e l’interfaccia con l’autore.  Per tali tipologie di soluzioni sono oramai disponibili alcune centinaia di migliaia di libri elettronici.  Un’attenzione particolare va però data agli standard con cui sono resi disponibili gli e-book; cosa che in questo momento sta pregiudicando la vendita degli Ipad come e-book reader, visto lo standard proprietario di lettura e quindi il limitato numero di libri disponibili.  A tutt’oggi infatti uno dei problemi più importanti è quello della compatibilità dei vari formati di lettura e quindi dei relativi visualizzatori. Peraltro stanno emergendo sul mercato nuovi attori interessati ad una fetta di mercato sempre più consistente ed in crescita, come Google.   Google, a proprie spese, sta anche digitalizzando alcune biblioteche e producendo i relativi libri elettronici, ma al momento non ha rivelato con quale standard tali libri saranno resi disponibili; anche se stanno uscendo sul mercato alcuni e-book reader basati su Android.  Un tale fermento ha portato ad affermare che sicuramente la maggior parte dei libri che saranno venduti entro i prossimi 5 anni saranno di tipo elettronico, anche se il libro tradizionale non scomparirà dal mercato sia per motivi di fruibilità sia d’affezione; di conseguenza molte delle librerie tradizionali scompariranno e resteranno sul mercato solo alcune librerie specializzate che nel frattempo avranno diversificato l’offerta.  Per quanto riguarda l’e-learning, va detto che vi sono molti strumenti (piattaforme) in grado di consentire tale modalità di formazione, ognuna delle quali con potenzialità specifiche;  la cosa più importante però è la scelta della corretta metodologia di formazione dipendentemente dagli obiettivi preposti e dalle necessità contingenti, e quindi della piattaforma.

Condividi:
  • Print
  • PDF
  • email
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • Ping.fm
  • Twitter

Lascia un Commento


6 × = trenta sei